Mr.goldOclock AL PITTI IMMAGINE UOMO

Al Pitti Immagine Uomo ne ho viste delle belle! Amanti del lifestyle restate sintonizzati per scoprire come ci vestiremo nella P/E 2018.

Ne avrete sentito parlare su tutti i media, da poco si è conclusa l’edizione primaverile di uno degli eventi più importanti ed esclusivi della moda maschile e come tutti gli anni Mr. goldOclock era presente per captare tendenze e stili del prossimo anno.

Intanto vi spiego cos’è e perché richiama a Firenze visitatori da tutto il mondo.

Pitti Immagine Uomo è un evento fieristico dedicato alla moda maschile che si svolge da oltre 60 anni a Firenze e che condensa in 4 giorni un calendario di sfilate e spettacoli densissimo. La location che ospita la manifestazione è Fortezza da Basso che con i suoi 60.000 metri quadri riesce ad accogliere un numero sempre maggiore di espositori: quest’anno sono stati ben 1231 i marchi presenti.

La manifestazione si svolge due volte l’anno: una a gennaio per le collezioni autunno/inverno, e una a giugno per la primavera/estate. In esposizione viene portato il meglio del prêt-à-porter maschile, con una connotazione più classica e artigianale rispetto a quanto viene proposto nella settimana della moda milanese, più moderno e industriale.

 

UN PO’ DI STORIA

Il 12 febbraio 1952, da un’idea di Giovanni Battista Giorgini, si svolge il First Italian High Fashion Show, dedicato inizialmente alla moda femminile. L’occasione permise alle storiche sartorie fiorentine di mettersi in mostra di fronte ad un pubblico internazionale. Giorgini invitò nella sua Villa Torrigiani giornalisti e compratori da tutto il mondo per assistere alle sfilate di alcune delle più importanti case di moda italiane. In seguito al grande successo riscosso dall’evento, l’edizione seguente fu spostata al Grand Hotel di Firenze.

Il nome con cui tutti conosciamo questa manifestazione nasce solo in un secondo momento quando la manifestazione trova la sua sede nella Sala Bianca di Palazzo Pitti di Firenze, che lo ospiterà fino agli anni ’80. Nel 1982, con l’intento di aumentare il numero di espositori, Pitti Uomo si sposta a Fortezza da Basso, dove sono stato in “missione” pochi giorni fa.

Accanto al Pitti Uomo, ogni anno vengono organizzati Pitti W_woman precollection, Pitti Bimbo, Pitti Filati e Pitti Fragranze, Touch e Taste.

 

COSA INDOSSEREMO IL PROSSIMO ANNO?

Vi avevo già dato qualche anticipazione nell’articolo in cui parlavo di un capo evergreen: il bermuda e ora, a manifestazione finita, sono pronto per fare una rapida carrellata sulle tendenze che segneranno la primavera/estate del prossimo anno.

Ecco i trend da non perdere:

  • FIORI, FIORI, FIORI! Il simbolo del Pitti Uomo di quest’anno erano proprio i fiori. Le installazioni a tema floreale facevano da scenografia a tutta la manifestazione il cui titolo era proprio “Boom Pitti Blooms“. Fiori macroscopici sono stati quindi sfondo e ispirazione per le prossime tendenze. Il concept faceva riferimento allo sbocciare di nuove idee e così è stato.
    Nel 2018 indosseremo stampe floreali declinate su tutte le componenti degli outfits. Mi sono piaciute particolarmente le camicie stampate dal taglio over di Seventy perfette da indossare in tutte le occasioni.
  • TESSUTI TECNICI A TUTTA PRATICITA. I consumatori sempre più esigenti e i ritmi di vita accelerati hanno ispirato o sarebbe meglio dire “sfidato” i designer a realizzare capi in grado di unire stile e nuove tecnologie. I nuovi tessuti tecnici offrono “prestazioni eccezionali” senza apparire troppo sportivi. Tutti i limiti dei tessuti classici sono stati superati: Traiano Milano ha presentato una giacca lavabile in lavatrice a 30° e PT(Pantaloni Torino) dei pantaloni ingualcibili in grado di asciugare in 10 minuti se lavati. Il segreto di questi capi risiede nei tessuti realizzati con tecnologie sviluppate per settori lontanissimi dal mondo della moda, come per esempio il settore automobilistico.
  • POLO IN MAGLIA E BERMUDA. A volte ritornano, è proprio il caso di dirlo, a proposito della polo in maglia di ispirazione 70nties e dei bermuda dal fascino casual ma non troppo, proposti in abbinamento con la giacca.
  • COLORI PASTELLO. Le nuances tenui, da sempre riservate all’abbigliamento femminile, dal prossimo anno saranno protagoniste anche degli outfits maschili. Le abbiamo viste su polo e maglioni di cachemire.

Classici ma informali, sportivi ma eleganti, la moda ci vuole pratici e sempre perfetti proponendoci capi che ben si adattano alle diverse occasioni d’uso.