VIAGGI DI PRIMAVERA: L’ALTRO LATO DI IBIZA

Ibiza è una meta adatta solo ai clubbers? Oltre le discoteche cosa c’è?

Vi racconto cosa ha da offrire la Isla Blanca e quali nuovi posti cool ho scoperto durante il mio ultimo viaggio.

Attenzione: post non adatto a chi ha pregiudizi su Ibiza.

 

Quando si parla di Ibiza è inevitabile pensare ai club e alla movida notturna tanto che l’isola nell’immaginario di molti tende a coincidere con un’enorme discoteca a cielo aperto destinata al turismo esclusivo di clubbers accaniti. In realtà la Isla Blanca è una meta che si adatta bene a diversi tipi di vacanza perché ha molto da offrire dal punto di vista storico e naturalistico. Una volta approdati sull’isola è impossibile rimanere indifferenti ai colori e ai profumi della macchia mediterranea che assieme ad un mare azzurrissimo regala scorci mozzafiato. L’importante è scegliere il periodo più giusto per il tipo di vacanza che si intende fare, io per esempio, ho avuto la fortuna di vistarla diverse volte, ultima delle quali a maggio e devo confessare che la primavera è uno dei periodi che ho preferito: meno folla e più relax.

LE 4 COSE DA FARE E VEDERE ASSOLUTAMENTE A IBIZA

  1. LA DALT VILA: Come accennato poco fa, il centro storico e le sue mura meritano una visita anche in notturna poiché vengono illuminati e l’atmosfera che si crea è così suggestiva che sembra fare un viaggio indietro nel tempo.
  2. IL TRAMONTO DAL CAFÉ DEL MAR: Nella Baia di Sant Antonisi trova questo locale famoso in tutto il mondo per la vista sul mare che permette di ammirare “il più bel tramonto del mondo“. All’atmosfera del Café del Mar e alle sue vedute si ispira l’omonima serie di compilations musicali chill-out e ambient.
  3. IL MERCATINO HIPPIE DI PUNTA ARABI: A Es Canar, nella parte orientale dell’isola, ogni mercoledì da aprile a ottobre, si può visitare il mercatinohippie più antico di tutta l’isola. Il mercatino fu creato negli anni ’70 e da allora non ha smesso di affascinare folle di turisti. I prodotti in vendita sono tantissimi: capi d’abbigliamento, manifatture in pelle o in argento ma anche bijoux. Durante il pomeriggio numerosi artisti di strada si esibiscono in spettacoli che allietano i visitatori.
  4. LE SPIAGGE: Una delle cale più belle è indubbiamente Cala d’Hort, dalla quale si può ammirare l’isolotto Es Vedrà. Ci sono poi spiagge belle e poco frequentate(più tranquille) come Pou des Lleó e spiagge più conosciute come: Platja d’en Bossa, Es Figueral., Ses Salines ed Es Cavallet.

 

CONFERME E SCOPERTE: LOCATION COOL DA PROVARE

Quello che non vi ho detto finora è che il mio ultimo viaggio ad Ibiza è stato un viaggio di lavoro durante il quale ho scoperto nuove location interessanti come il Destino Pacha Ibiza Resort, boutique hotel del Pacha Group di cui fa parte la storica discoteca Pacha che quest’anno compie il cinquantesimo anniversario dall’apertura.

Il resort affaccia sulle scogliere e offre una vista suggestiva sul mediterraneo e Formentera. Ho avuto il piacere di provare la cucina fusion del Japanese Robata Bar che mixa la cucina giapponese con  i sapori della cucina latinoamericana. La location d’effetto e l’ottimo sushi fusion mi fanno promuovere e consigliare questo resort che riserva ai clienti anche una bellissima piscina a forma di ciliegia, la Cherry Pool, che richiama le due ciliegie simbolo del Pacha.

Per quanto riguarda le conferme invece vi parlo del ristorante El Chiringuito a Playa Es Cavallet dove ho mangiato un’ottima paella immerso in un’atmosfera rilassante. Più che un semplice ristorante El Chiringuito è un raffinato beach club posizionato tra le dune della spiaggia Es Cavallet. Dalla terrazza esterna si possono vedere la Dalt Vila da un lato e Formentera dall’altro.

 

SENSES OF IBIZA: VIAGGIO ATTRAVERSO I 5 SENSI… PIÙ UNO

Al ritorno da un viaggio mi piace appuntare le sensazioni provate per completare le immagini che ho fissato nella mente e per aiutare voi che mi leggete a dare tridimensionalità alle foto che ho scattato. Vi propongo la mia “scheda sensoriale” di Ibiza:

VISTA: I colori di Ibiza sono tre: azzurro del mare, verde della macchia mediterranea e bianco delle case dei piccoli villaggi di pescatori;

UDITO: Ovviamente ciò che rimane nella mente è il rumore del mare ma anche la musica chillout-lounge che ha reso famoso il Café del Mar nel mondo e che ben si accompagna ad una vacanza rilassante. Per sentirvi un po’ come se foste lì vi consiglio di ascoltare la selezione “The Very best of Café del Mar”;

 

 

OLFATTO (il mio senso preferito):

I profumi ad Ibiza sono tantissimi e potenti. La memoria olfattiva rimbalza come una pallina impazzita tra l’odore di mandorli, mirti, pini e ulivi. Se volete conservare anche voi un ricordo di Ibiza sulla pelle vi consiglio di provare due splendide fragranze: per donna Sunshine Woman di Amouage, una poesia di fiori bianchi e  da uomo una fragranza mediterranea L’Etrog di Arquiste

GUSTO:  Un piatto che ho apprezzato molto è la paella ai frutti di mare arricchita con zafferano e paprika dolce.

TATTO: La calda, impalpabile e avvolgente sabbia bianca della spiaggia di Ses Salines o  Las Salinas che dir si voglia.

VI SENSO, ovvero il SENSE OF STYLE di goldOclock, lo stile del luogo secondo il mio personale punto di vista: Lo stile di Ibiza è un mix affascinante di flower power, manifattura del Mediterraneo e materiali naturali come la corda o la pelle. L’oggetto di stile che più rappresenta Ibiza sono le tradizionali calzature ibizenche: le alpagartas, calzature con suola di corda intrecciata, must dell’abbigliamento estivo ibizenco e non solo.

 

OLTRE LA DISCO C’È DI PIÙ

Ibiza è indubbiamente l’isola del divertimento ma ha delle sfaccettature altrettanto interessanti in grado di soddisfare diversi tipi di visitatori. Il mio consiglio è di visitarla noleggiando un auto in modo tale da poter girare alla ricerca del lato di Ibiza che più vi piace, quello più frizzante o quello più rilassante. In questa occasione ho scelto una macchina bellissima, una Cadillac blu che si intonava perfettamente con il colore del mare. Buon viaggio!