IL FERRAGOSTO DI Mr. goldOclock

Con gli amici o in famiglia, festeggiare il Ferragosto in compagnia è un must dalla nostra nascita: giochi, balli, “abbuffate” sono diventate col tempo sempre più una vera e propria goduria in questa giornata di festa ma… vi siete mai chiesti a cosa sono dovuti questi “attimi di puro godimento” concentrati in un solo giorno? Di seguito tenterò di “sciogliere” il dubbio amletico di molti rispondendo alle tante domande su questa festa da sempre amata ma dalle origini non molto chiare.

LO SAPEVATE CHE…

Le tradizioni! Un vero e proprio vanto per noi italiani che viviamo di queste e grazie alle stesse raccontiamo ogni giorno una storia nuova da radici profonde. Già, è proprio così: l’intreccio delle varie basi che costituiscono le tradizioni di ogni Paese, crea delle realtà totalmente nuove e inaspettate sulle quali poter costruire qualcosa di veramente unico e inimitabile.

La celebrazione di Ferragosto, ad esempio, ha origini davvero molto antiche e ricche di storia (quella romana), essendo stata istituita in via ufficiale nel 18 a. C. dall’Imperatore Ottaviano, detto Augusto. In particolare il nome Feriae Augusti etimologicamente voleva significare in sostanza il periodo di meritato riposo dopo le dure fatiche del lavoro svolto dai braccianti nei campi agricoli, gli stessi braccianti che, in occasione del riposo, si recavano dai rispettivi “padroni” per gli auguri in cambio di una piccola mancia. Come si evince dalla breve descrizione, la festività ha un taglio tutto pagano, sino ad essere assimilata dalla Chiesa Cattolica che ha spostato la data dei festeggiamenti dal 1° al 15 agosto in modo che potesse coincidere con l’Assunzione di Maria.

FERRAGOSTO: FESTIVITA’ SOLO ITALIANA?

Al lago, in montagna, al mare, in giardino o in giro per il mondo, la festività di Ferragosto risulta istituita, oltre che in Italia, anche nella Repubblica di San Marino ma è anche un po’ irlandese se invece guardiamo al Ferragosto come le festa che celebra l’Assunzione di Maria. La romanità per gli irlandesi, infatti, ha poca voce in capitolo al contrario di noi italiani che della gita fuori porta in questo giorno non possiamo più fare a meno! In particolare, le gite del 15 agosto risalgono al periodo fascista che a prezzi stracciati, proponeva numerose escursioni verso città d’arte così come verso località marittime o montane.

Come si può notare, i modi per celebrare i festeggiamenti sono sempre stati vari e variegati nelle diverse parti del Belpaese. Ed ecco che vi racconto il mio Ferragosto trascorso in una delle regioni d’Italia, a mio parere, più amate non solo da noi italiani ma da tutto il mondo: la Sardegna.

IL MIO FERRAGOSTO

Mare mozzafiato, spiagge bianche da fare invidia ai “Caraibi”: questo e tanto ancora è la Sardegna. Il forte senso di libertà e la gran voglia di tuffarmi nel mar “blu dipinto di blu”, ha inziato a “stuzzicarmi” a partire dal mattino: immancabili festeggiamenti con tutta la mia famiglia e con i cari amici mi aspettavano nella giornata più “viva” dell’estate. A farla da padrone, il puro divertimento tra una partita a beach volley, una spaghettata ai frutti di mare e ovviamente tanto relax in spiaggia alla ricerca della tintarella perfetta ma soprattutto del sole che, oltre ad emanare calore, ha la capacità di “sprigionare” un senso di protezione e benessere profondo per il corpo e per l’anima.

Spero di avervi incuriosito parlandovi della nascita della festività più amata dal popolo italiano, così come di avervi fatto rivivere momenti di puro relax e serenità che solo la stagione estiva è in grado di donare.

E a voi amanti del viaggio e della caput mundi che, invece, non avete avuto la possibilità di trascorrere il Ferragosto “fuori porta”, spero possiate trovare interessante ed affascinante il viaggio nei meandri della prospettiva contenuto nel post “Alla scoperta delle meraviglie della Roma eterna: la galleria che forse non avete mai visto!” dove la l’amore per l’arte e per le emozioni forti non può che suscitare tanta curiosità e fermento culturale.

E voi? Come avete festeggiato il vostro Ferragosto?

Dopo la storia della festa dell’estate per eccellenza, tanti altri racconti di bellezza e di viaggi in posti inesplorati vi aspettano.

Stay tuned!