DAD SHOES, LA NUOVA TENDENZA DELLE SNEAKER

Le sneaker che hanno fatto la storia tornano di moda, con design rinnovati e materiali di ultima generazione. Le chiamano “dad shoes

Tutti i ragazzi le hanno desiderate ardentemente, facendo una corte spietata all’ultimo modello (ognuno aveva quello preferito). Forse per questo, una volta cresciuti, è facile cedere alla tentazione di regalarsi delle sneaker vintage. Anch’io non ho resistito e oggi vi parlerò della ribalta delle vintage “innovate” ma di matrice anni ’80: le dad shoes, ideali per un look confortevole e un po’ “nostalgico”.

STREETWEAR & URBAN: NASCITA DI UN FENOMENO DI STILE

Tra la fine degli anni ’70 e l’inizio dei ’90 la cultura urban e streetwear, nasce e si sviluppa nel nord America con epicentro nei sobborghi di New York City. I due mood d’abbigliamento trovano ispirazione da veri e propri movimenti culturali diventati lifestyle. Io, in quanto collezionista di stile, non potevo che concentrarmi sul fenomeno che sta impazzando in tutto il mondo: il ritorno dello stile vintage e delle “dad shoes”.

E’ infatti nel territorio a stelle e strisce che la cultura hip-pop diviene fenomeno di massa, influenzando sia gli atteggiamenti che il modo di vestire. Esplosione che poi abbiamo vissuto in Italia nei primi anni 2000 con l’ascesa dei rapper nel mainstream e della cultura hip-pop che fino a quegli anni era sempre stata una piccola nicchia, neanche vista di buon occhio. I ragazzi iniziarono a vestirsi come loro: giacchetti del college e tute, cappellini, t-shirt lunghe, pantaloni larghi, tanti gioielli e sneaker. Nei primi anni 2000, l’alternanza di questi mood, ha permesso agli stilisti urban e al loro lifestyle di entrare dalla porta principale nelle passerelle della moda mondiale.

Oggi sono molti i rapper e i musicisti che influenzano la moda dello streetwear e dell’urban, alcuni come Jay-Z hanno addirittura la loro linea d’abbigliamento. Eminem è stato uno dei primi ad essere portatore sano di stile della East Coast. Streetwear e urban wear si sono più volte fusi e rincorsi negli ultimi anni, acquistando sempre più sfumature pop, legando a doppia mandata lo stile e la moda con la musica ed i suoi artisti. Anche in ambito femminile ci sono state rinascite di vere e proprie icone pop-streetwear. Questo è solo l’abc della storia dello streetwear che ogni anno ci delizia con novità impensabili e mix di stili innovativi, che ne fanno davvero una “never ending story“.

Da beauty hunter & style collector, lo streetwear piace davvero tanto e sono felice di potervi parlare di questa tendenza del momento che sta impazzando nel mondo della moda.

DAD SHOES: LE SNEAKER TRANDY

La cultura di strada ha preso particolarmente piede negli ultimi anni, tanto da divenire un elemento molto forte, così forte che le case di moda di lusso si stanno adeguando a questa nuova cultura proponendo uno stile “street” che diventa “luxury”, ricreando versioni del tutto originali per i loro consumatori. Sono proprio gli anni 80’ad aver fatto la storia delle tendenze, ed è da qui che la storia riparte.

Di conseguenza, nell’ultimo anno, i marchi di lusso stanno vedendo sempre più l’opportunità di creare modelli innovativi di sneaker a prezzi di punta, portandoli a guidare una moda che un tempo era appannaggio dei marchi di abbigliamento sportivo.

Con la linea che separa il luxury menswear dallo streetwear, alcuni potrebbero pensare che troppi riferimenti streetwear rischino di diluire un marchio di lusso. Su questo punto esistono teorie contrastanti ma io sono dell’idea che se i tempi cambiano e tutto si evolve alla velocità della luce, lusso e streetwear debbano non solo coesistere ma addirittura ricreare una forma di armonia nel mondo della moda di oggi.

PERCHE’ LE “BRUTTE” SONO TORNATE: UNA TEORIA

A volte capita che una tendenza che appare apparentemente senza senso, possa invece essere considerata molto interessante. Per citarne qualcuna: le calze sui tacchi, le giacche di jeans simili a una camicia di forza e ora le scarpe da ginnastica vintage, quelle che ricordano lo stile dei nostri padri negli anni 80’.

Tozze, poco femminili eppure “tutti” le indossano. Perché, quindi, improvvisamente si assiste al ritorno di queste “dad shoes”?

Credo che le risposte possano essere molteplici. Una fra queste che reputo particolarmente attraente, è la possibilità di discutere della capacità artistica della moda, offrendo una tregua alle pesanti turbolenze politiche e globali. La moda, infatti, è capace di innovare totalmente e contemporaneamente di tenerci ancorati al “vecchio”, sempre eterno.

Negli ultimi anni, un abbigliamento comodo, come ben sapete, ha acquisito forte slancio (vedi i leggings nel 2014). L’avvento delle sneaker papà, dimostra che abbiamo raggiunto una visione veramente equilibrata della moda. Per esempio, tanto per citarne uno, è diventato trandy vestirsi con la strana coppia “completo –  scarpe da ginnastica”.  Queste scarpe, infatti, hanno la “bizzarra” capacità di rendere infinitamente più fresco qualsiasi cosa si stia indossando. Nonostante ciò, le dad shoes sono da considerarsi tuttora “a strange thing” per molti. Se la sneaker potesse parlare, dichiarerebbe certamente di essere “anonima”, senza notorietà, quasi una fra tante vintage che però non smette di inseguire costantemente la “trasparenza”.

Ciò che intendo dire è che la notorietà, per queste “dad sneaker”, significa semplicità. Questo la dice lunga su quanto la moda rappresenti oggi: più che un semplice status symbol, è uno stato mentale che mira all’essenza nonostante l’apparenza che la caratterizza.

IL FASCINO IRRESISTIBILE DEL VINTAGE

Per chi fosse alla ricerca di una scarpa sportiva con un’anima luxury che dia la possibilità di creare più stili, le dad shoes sono in assoluto le scarpe che fanno per voi. E non temete di risultare fuori luogo o “fuori tempo”: Il bello delle “brutte”, in fondo, è che si possono indossare a qualunque età: gli amici capiranno.